L’Intelligenza artificiale per definire strategia dopo un infarto

Su Lancet studio Cardiologia Città della Salute con PoliTo e UniTo.
Pubblicato oggi sulla rivista “The Lancet” il risultato di una ricerca coordinata dalla Cardiologia universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino (diretta dal professor Gaetano Maria De Ferrari), assieme al Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino e a quello di Meccanica e Aerospaziale del Politecnico di Torino per la creazione di un nuovo sistema di classificazione del rischio di eventi futuri nei pazienti dopo un infarto. Una tecnica rivoluzionaria che ridurrà statisticamente la possibilità di una non corretta diagnosi.

Gli autori – spiega una nota – hanno utilizzato l’approccio dell’Intelligenza Artificiale chiamato Machine Learning o di apprendimento automatico, secondo il quale i computer imparano progressivamente dai dati che vengono loro forniti migliorando sempre più le loro capacità predittive ed individuando correlazioni. In questo caso, il risultato è stato la creazione di un nuovo sistema di classificazione del rischio di eventi futuri nei pazienti dopo un infarto.

“I pazienti con infarto miocardico acuto – spiega il dottor Fabrizio D’Ascenzo, coordinatore dello studio – sono ad altissimo rischio nei primi due anni sia di una recidiva di infarto sia di sanguinamenti maggiori legati ai farmaci che mantengono il sangue ‘più fluido’, come la cardioaspirina. La decisione sulla terapia migliore deve bilanciare questi due rischi, cosa che il cardiologo fa basandosi sulla propria esperienza e sul suo intuito clinico, aiutato da dei punteggi di rischio. Tuttavia questi punteggi sono poco precisi e pertanto di modesto aiuto anche per un cardiologo esperto. Abbiamo perciò cercato di migliorare la situazione utilizzando dati clinici riguardanti 23.000 pazienti, molti dei quali raccolti in Piemonte, che hanno fornito la massa critica di informazioni per la nostra ricerca”.

“Collaboriamo da anni con la Cardiologia universitaria delle Molinette, studiando le relazioni esistenti tra i flussi sanguigni e le patologie che interessano le arterie – dicono i professori Umberto Morbiducci e Marco Deriu del Gruppo di Biomeccanica Computazionale del Politecnico – e come bioingegneri siamo entusiasti di avere esteso la collaborazione a questo nuovo settore, estremamente promettente”. L’analisi dei dati con questa tecnica basata sull’Intelligenza Artificiale si differenzia nettamente dall’approccio usato finora, basato sull’analisi statistica tradizionale. In alcuni settori questa nuova tecnica determinerà una vera rivoluzione. “I dati – spiega Marco Aldinucci, docente di Informatica di UniTo – sono stati analizzati con algoritmi di Machine Learning che usano pertanto metodi matematico-computazionali per apprendere informazioni direttamente dai dati, senza il bisogno di conoscere nulla a priori sulle possibili relazioni tra i dati stessi”.

La differenza trovata tra l’approccio precedente basato sull’analisi statistica tradizionale e questo, basato sull’Intelligenza Artificiale, è stata davvero importante. Mentre la precisione dei migliori punteggi disponibili per identificare la possibilità di un evento come un nuovo infarto o un sanguinamento si aggira intorno al 70%, la precisione di questo nuovo punteggio di rischio si avvicina al 90%, riducendo statisticamente la possibilità di una non corretta diagnosi da tre a un solo paziente su dieci analizzati.

“Siamo entusiasti di questi risultati – afferma il professor Gaetano Maria De Ferrari – per tre motivi. Primo, possiamo ora curare meglio i nostri pazienti, aggiungendo alla nostra esperienza clinica delle stime davvero precise del rischio cui vanno incontro, confermando il ruolo centrale della Cardiologia universitaria di Torino nella ricerca volta a creare benefici per i pazienti. Secondo, lo studio è una dimostrazione fortissima delle possibilità dell’Intelligenza Artificiale in medicina e in cardiologia in particolare. Terzo, questo risultato ottenuto in collaborazione tra Università e Politecnico rafforza la scelta di Torino come sede dell’Istituto Italiano di Intelligenza Artificiale. In particolare, noi vorremmo candidarci ad un ruolo di riferimento italiano per l’intelligenza artificiale in medicina e questa pubblicazione può contribuire a legittimare questa aspirazione”.

Torino è stata scelta come sede principale dell’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (3I4AI), che si occuperà dell’applicazione dell’intelligenza artificiale in vari settori, con attività di ricerca prevista anche in diverse sedi aggiuntive sul territorio nazionale. Sia l’Università che il Politecnico di Torino avranno un ruolo importante nell’Istituto.

“Con soddisfazione e con orgoglio accogliamo la notizia di questo successo straordinario che testimonia, ancora una volta, il valore della nostra ricerca – dichiara il Rettore dell’Università di Torino Stefano Geuna – L’attenzione della comunità scientifica mondiale a questo studio conferma l’Università di Torino come un’eccellenza della ricerca nazionale a livello internazionale. I gruppi di ricerca coinvolti, ai quali va il nostro più sentito ringraziamento, hanno dato prova di come si possano ottenere risultati straordinari condividendo obiettivi ambiziosi ed integrando saperi e competenze. La nuova frontiera scientifica che coniuga l’applicazione dell’intelligenza artificiale alla diagnostica in medicina è in grado di migliorare come mai prima d’ora la cura di patologie importanti e, più in generale, la qualità di vita di tante persone colpite da patologie gravemente invalidanti. Per arrivare a questi risultati possiamo contare su una ricerca capace di integrare innovazione tecnologica e conoscenze altamente specialistiche. Gli Atenei torinesi ed il nostro sistema sanitario condividono ormai una provata esperienza in questa direzione. Questo fa di Torino la sede ideale per ospitare l’Istituto Italiano di Intelligenza Artificiale”.

“Questo progetto oggettiva ulteriormente la forte partnership tra Università ed Azienda ospedaliera, dove la ricerca e l’assistenza si integrano per assicurare percorsi innovativi sempre più tecnologici, con il fine comune di garantire ai pazienti la migliore cura”, sottolinea il Direttore generale della Città della Salute di Torino Giovanni La Valle.

“L’Intelligenza Artificiale rappresenta un tema chiave per la ricerca dei prossimi anni, sul quale il nostro Ateneo può vantare competenze riconosciute dalla comunità scientifica internazionale e ha ottenuto risultati di estrema rilevanza, quali ad esempio il coordinamento del Dottorato nazionale sull’Intelligenza Artificiale su IA e Industria 4.0 e la partecipazione del Politecnico al prestigioso Laboratorio Europeo sull’Intelligenza Artificiale dei dati ELLIS – commenta il Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco – L’eccellente risultato prodotto da questa ricerca condotta insieme a Università di Torino e Città della Salute dimostra ancora una volta la molteplicità e la trasversalità delle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale, che ormai spazia in tutti i settori di punta della nostra economia, dall’automotive alla manifattura, all’industria del lusso e molti altri ambiti, come appunto quello della salute, dove sta diventando sempre più essenziale. Questa ricerca è poi un esempio di collaborazione multidisciplinare tra enti, che dimostra ancora una volta che tutti i soggetti del territorio sono già pronti a lavorare insieme per fare dell’Istituto un grande polo di ricerca”.

Fonte: askanews.it

Le altre news

Nuove linee guida ampliano platea. Riparte Campagna "Tavi è Vita" Bu...
Solo il 20% seguito nel post infanzia Roma, 23 set. (askanews) – “Un...
Partita la settimana di sensibilizzazione "Match it now" Le iscrizio...
Errata alimentazione spesso causa carenza minerale, tonno un alleat...
La pediatra Maria Enrica Quirico presenta il suo nuovo libro. Un dia...
Federazione UNIAMO chiede al governo di promuovere il modello del nos...
Non devono mai mancare in una dieta equilibrata. Varietà, quantità, ...
Boom di richieste di adolescenti al chirurgo estetico. Labbra carnos...
Ma servono progetti concreti. Piattaforma WelCare esempio di successo...
Presentato al Senato il secondo Osservatorio "Silver Economy" di Tend...
+50% richieste. Soprattutto fra le trentenni. L’estate si avvicina e...
Tra i pazienti oncoematologici 80% di vaccinati. Amadori: "Tutti devo...
CTS: efficacia e sicurezza anche per questa fascia di età. La Commis...
Promossa da Novartis con le associazioni dei pazienti. Il mal di sch...
Smettere è il primissimo atto amore che possiamo fare per nostri figl...
Indagine SWG in occasione della Giornata Mondiale. In occasione dell...
Riflessioni dopo il convegno di Motore Sanità e Diabete Italia. Tra ...
Ecco la nuova frontiera contro le malattie (oggi) incurabili. Il 203...
Metanalisi su 184.389 persone arruolate in 9 studi indipendenti. L’u...
Il chirurgo plastico: effetto isolamento sociale, disinibiti da oblio...
Per rendere il mondo della salute più accessibile ai cittadini È con...
Può consumo olio extravergine ridurre l'invecchiamento cognitivo? Pu...
Lo stress provocato da pandemia mette in tensione organismo Uno sbad...
Dal 21 marzo disponibile negli store.Dal 21 marzo sarà scaricabile in...
A svilupparlo Sant'Anna Pisa e Istituto Rizzoli. Bene primi test. Gr...
Sempre più aziende si affidano a questa pratica scientifica per i pro...
Il chirurgo plastico: 5 cm in più di girovita con smartworking. Un a...
Signorile: "Sostanze chimiche che oltrepassano la placenta". Una mal...
Filler per naso, mandibola e labbra, botulino e "foxy eyes". Nonosta...
Ricerca team internazionale guidato da Campus Biomedico. Fermare lo ...
In risposta a elevati livelli di ansia e depressione e di stress. Un...
Su Lancet studio Cardiologia Città della Salute con PoliTo e UniTo. ...
Il dott. Lodigiani dell'Istituto Oftalmologico di Piacenza Come la te...
Un aiuto per la prevenzione di infarti e ictus Delle oltre 224.000 mo...
Lo suggerisce studio in laboratorio su ruolo neurotrasmettitore Grand...
Fare il pieno di vitamine B, D, E. Occhio a caffeina e cibi spazzatur...
Commissione si deve esprimere su sei raccomandazioni. I 53 stati memb...
La Fondazione: ad oggi ritardo diagnostico di 8-9 anni. Dalla saliva ...
UnionFood: 60% non fa attività fisica ma spuntino uguale per tutti. A...
I dati dell'Iss in vista della Giormnata Mondiale del 1 dicembre. Dim...
SISSA: da team italiano tecnica per rilevare proteina TDP-43 Un test ...
In vista del Natale, tool fruibile da smartphone, tablet e pc Si chia...
Ricerca atenei Catania e Parma e Istituto Tumori Regina Elena di Roma...
Aimo: il covid ha fermato tutto ma la patologia è andata avanti Otto ...
Da AME una guida in 7 punti per una gestione "personalizzata" Le donn...
Segnalati 101 casi fra gennaio e marzo Nessun caso di morbillo in Ita...
No al fai da te. Ascoltare anche consigli del farmacista Si rafforza ...
L'oculista: postura e distanza adeguate e luce solare Tornati sui ban...
Nuovo primato mondiale ricerca pisana su ruolo proteina prionica Rom...
Tra i primi casi in Italia di operazione alla 20ma settimana gravidan...
Studio sull'influenza del metabolismo nella tendenza a dire bugie Ro...
Studio Università Bologna: possibile superare ricordi traumatici Rom...
Per sensibilizzare sulle fragilità ossee Corretto stile di vita e cos...
Unitrento: importante riconoscerle per intervenire in modo mirato L’a...
Parte da Napoli il Network con 16 ospedali in rete L’ arteropatia per...
E' la prima volta in Italia: diagnosi per 6 piccoli Oltre 30mila neon...
Ma aumentano nuovi casi fra i più giovani. Quaderno informativo Aiom ...
L'ad di Teva Italia racconta il mercato italiano degli equivalenti I...
Endocrinologi Ame: meglio intervenire tempestivamente Alopecia andro...
In leggero aumento il numero dei medici obiettori In totale nel 2018...
Dal campo alla tavola. Produzione, commercializzazione e consumo degl...
Piovella: 30 secondi di stop ogni 20 minuti mantiene occhio in forma....
Almeno per gli anziani più fragili. Sbloccare il lockdown indipendent...
Materiali comuni e software gratuito: già in uso in tre strutture. No...
06 6859 2088 il numero per contattare i pediatri dell'Ospedale. Nel p...
Prandini: attenzione perché mancano lavoratori per la raccolta Con l’...
L’emergenza sanitaria globale innescata dalla diffusione del Coronavi...
Fino al 12 giugno in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Piemonte Conf...
"Internalizzazione servizi si interseca con emergenza coronavirus" L...
Rapporto diretto alimentazione-microbiota intestinale-salute. Effett...
Pigmenti rossi, blu e viola presenti in frutta, verdura e cereali. I...
"Il mio telefono", realizzato da Parole O_stili. All’età di 4-10 ann...
L'esperta: collo e spalle compromessi da tablet e telefonini. Boom di...
Aumentano casi sindrome simil-influenzale nei bambini Nella terza set...
I risultati di uno studio Anaao Giovani Le sale operatorie si tingono...
L'esperto: pazienti insoddisfatti dal "mini". Trovata giusta misura A...
Aperto a Roma il Congresso dei cardiologi SIC Le malattie cardiovasco...
A rischio anche le terapie “La carbonara risolve le ipoglicemie”. “Co...
Seconda causa di morte sotto 14 anni, ma oltre l'80% pazienti guarisc...
Passeggiate mattina e sera, parco: glicemia e colesterolo migliorano ...
Sensori glicemia gratis solo in Emilia Romagna Grandi difficoltà per ...
Attenzione all'igiene prima di tutto. No al pisolino senza toglierle ...
Protesi per giovinezza duratura, filler per bellezza momentanea Sempr...
Su "Nutrients" studio Fondazione Gemelli e Università Cattolica Uno s...
Mirone, Fondazione Pro: "Dieci regole per prevenirlo" Sono 37mila, se...
Su Nature Neuroscience studio dell'Università di Cagliari Un nuovo st...
Pregliasco: proteggersi con il vaccino anti-influenzale La nuova stag...
E accresce rischio di gesti irreversibili dei pazienti Fiato corto, d...
Giornata Mondiale per il Cuore, 29 settembre Si deve fare ancora molt...
Un successo globale, mercato da 1,2 mld di dollari in forte crescita ...
Con l'aiuto dei prodotti surgelati preziosi alleati per la linea. In ...
Iss: non smettono di bere e fumare Sono poco meno di 2 milioni gli it...
Studio Univ. Padova su 253 marchi: 40 con informazioni fuorvianti L’u...
Studio Philip Morris: mancanza informazione ostacola prodotti alterna...
Spalle e schiena le zone più richieste dagli uomini Il trend appare d...
Soltanto nel periodo gennaio-luglio 2019 Dall’1 gennaio al 31 luglio ...
Esperti: familiarizzare con gli alimenti amici della salute. Una diet...
L'esperto: mito sfatato, concepimenti soprattutto in inverno. Vacanze...
Rischio più elevato di diabete e malattie cardiovascolari. Come prote...
Svelato rapporto tra malattia e lipidi NAPE misurabili nel sangue. Un...
Sipps: occorre incentivarne il consumo Colorata, succosa e, soprattut...
Effetti terribili: attenzione al web': specialisti riuniti a Firenze ...
Contribuisce ad aumentare il grado di vigilanza e concentrazione Stan...
Disturbo che colpisce un terzo degli over70 Non solo la pelle: anche ...
Non sempre mangiare bene basta a perdere peso Roma, 3 giu. (askanews)...
Studio Italia-Usa pubblicato su Pnas Roma, 24 mag. (askanews) – Un in...
In aumento le patologie respiratorie pediatriche correlate Roma, 31 m...
Lo afferma un'indagine del Sole 24 Ore Roma, 20 mag. (askanews) – Bol...
200mila gli italiani che hanno trovato una cura. Triplicate in 40 ann...
Presentato a Roma il primo Italian Obesity Barometer Report Italia se...
Anche se la maggior parte sa che il fumo è dannoso Più di uno student...
Le piante consigliate dalla naturopata L’arrivo della bella stagione ...
Un libro per un'alimentazione corretta dall'alta cucina a casa propri...
Si accendono i motori della prevenzione   Roma, 19 mar. (askanews) –...
Consentirà terapie personalizzate Roma, 23 mar. (askanews) – Ogni ann...
Censirà pazienti in Italia per assicurare cure personalizzate Roma, 2...
Tempestività determinantePoliclinico Tor Vergata aderisce a Stroke Ac...
Nutrizione sana è primo strumento prevenzione Un corretto stile di vi...
Presentata ricerca all'Osservatorio Innovation di Ania Tra i bisogni ...
Oggi torna lo "sconnessi Day" Un adolescente su cinque ha un rappor...
L'esperta: riequilibra disagi emozionali e disturbi   Roma, 15 gen. –...
L'esperto: sensazione di sicurezza influisce su percezione rischio   ...
Con il primo "Vitamina Day"   Roma, 26 gen. – Con 2,8 milioni di ital...
Nato da progetto Regione Toscana con Unipi, Ospedale Meyer e Izslt Ro...
Nella Farmacia Comunale è stato allestito un "Punto Allattamento" o "...
AGGIORNAMENTO DELL'INFORMATIVA PRIVACY Alla luce del nuovo Regolam...
Carrello 0 pz.
Totale € 0,00
Novità Prenofa
Nuove linee guida ampliano platea. Riparte Campagna "Tavi è Vita" Bu...
Solo il 20% seguito nel post infanzia Roma, 23 set. (askanews) – “Un...